Cerca
  • M.C.

NECESSITA' DI UNA CABINA DI REGIA PERMANENTE SULLA CITTADINANZA DIGITALE

NECESSITA' DI UNA CABINA DI REGIA PERMANENTE PER UNA DEFINIZIONE DEMOCRATICA DEI PROCESSI NEGOZIALI SULLA CITTADINANZA DIGITALE
Si è tenuto ieri il webinar "Digitalizzazione e PA, lo spazio pubblico come tutela di cittadinanza nella negoziazione sociale permanente" realizzato nell'ambito del progetto "Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino", finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico. Dopo i saluti della dirigente Divisione V - Politiche, normativa e progetti per i consumatori – DG mercato, concorrenza, tutela del consumatore e normativa tecnica del Ministero dello Sviluppo economico, Orietta Maizza e di Ovidio Marzaioli, vicesegretario generale MC, Rita Rocco, responsabile ufficio progetti dell'associazione, ha illustrato genesi, sviluppo e elementi che hanno caratterizzato il percorso progettuale. A seguire, Alessandro Mostaccio segretario generale dell'associazione, ha concentrato il suo intervento sullo scenario europeo tra digital service e nuova agenda dei consumatori, mentre Giovanni Calabrò, direttore generale DG Tutela del consumatore, Autorità garante della concorrenza e del mercato ha relazionato sulle attività di enforcement dell'Agcm. L'incontro moderato da Michele Mezza, giornalista e docente dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, ha visto quindi la presentazione a cura di Anna Papa, ordinario di Istituzioni di diritto pubblico Università degli Studi di Napoli Parthenope, del report su digitalizzazione e uso dei dati dei cittadini: MC ha deciso di misurarsi con il tema della nuova cittadinanza digitale per dare un contributo concreto ad un settore che oggi è strategico per la riforma del sistema Paese, a partire proprio dalle risorse che la pandemia di Covid-19 ha messo in movimento: l'irruzione del Coronavirus con la sua paralisi delle relazioni materiali ha spinto il processo di riformulazione del rapporto fra cittadinanza e pubblica amministrazione in un'inedita sfera pubblica globale. Nel report si delineano così procedure di elaborazione, di diffusione e di condivisione di esperienze che possano dare vita ad una nuova cittadinanza, cui siano garantiti l'accesso alla Rete e il diritto all'uguaglianza informatica, e che rendano la profilazione una pratica " sociale" finalizzata alla migliore riformattazione dei servizi. MC ritiene fondamentale per poter svolgere su questa partita la sua attività di rappresentanza degli interessi dei diritti e dei consumatori che l'Italia si doti di un luogo di negoziazione permanente riconoscibile come tale dai cittadini, una cabina di regia dove i corpi intermedi possano riportare in un unico alveo istituzionale le istanze dei consumatori. Al dibattito, seguito alla presentazione del report, hanno partecipato anche Sergio Talamo, direttore trasparenza e comunicazione Formez, Roberto Pupilella, presidente Seconda sezione TAR Liguria e Riccardo Giannetti, presidente Osservatorio 679. Il progetto "Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino" è finanziato dal ministero dello Sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018). Info su www.movimentoconsumatori.it


4 visualizzazioni0 commenti