venerdì 11 novembre 2016

CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO: PETIZIONE DEL MOVIMENTO CONSUMATORI PER RIDURRE I TASSI

Sono sempre più i cittadini che a causa della crisi economica cedono un quinto dello stipendio o della pensione per poter ottenere prestiti personali a tassi altissimi, spesso non molto distanti dalla soglia d'usura. Il tasso soglia d'usura, diverso per tipologia di finanziamento, viene calcolato trimestralmente dalla Banca d'Italia sulla base dei tassi medi applicati dalle banche e dagli istituti di credito. E' sconfortante constatare che il tasso soglia per finanziamenti garantiti dalla cessione del quinto dello stipendio sia addirittura più alto di quello applicato ad altre forme di finanziamento personale non garantite. Per il trimestre corrente (1 ottobre - 31 dicembre 2016) il tasso soglia applicabile ai prestiti contro cessione del quinto dello stipendio (o della pensione) è fissato al 18,2375%, per i finanziamenti inferiori ai 5000 euro, al 17,2125% per i finanziamenti di importo maggiore, mentre si attesta al 17,15% quello riferito ai prestiti personali non garantiti; va da sé che i più penalizzati sono i cittadini più deboli che non potendo accedere ad altre forme di credito pagano con il loro stipendio il prezzo più alto. Il Movimento Consumatori vorrebbe proporre una deroga all'attuale disciplina del tasso soglia d'usura chiedendo che ai finanziamenti garantiti dalla cessione del quinto dello stipendio o della pensione venga applicata una riduzione del tasso soglia di 4 punti percentuali e per questa ragione ha lanciato una petizione alla quale si può dare la propria PREADESIONE ONLINE. Per maggiori dettagli su questa proposta http://tinyurl.com/oos7osk

CERCA NEL BLOG

I nostri post nella tua mailbox