martedì 25 marzo 2014

BASTA MULTE PER SOSTA OLTRE L’ORARIO PAGATO: LO DICE IL MINISTERO DEI TRASPORTI

di D. Agostoni
A seguito dell'interrogazione parlamentare del 13 marzo 2014 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha confermato un orientamento interpretativo secondo il quale la sosta di un veicolo sulle strisce blu oltre l’orario pagato costituirebbe un inadempimento contrattuale e non una violazione del codice della strada.
In materia l’unica fonte normativa è l’art. 157 del codice della strada che al comma 6 dispone: “Nei luoghi ove la sosta è permessa per un tempo limitato è fatto obbligo ai conducenti di segnalare, in modo chiaramente visibile, l'orario in cui la sosta ha avuto inizio...” e se al comma 8 prevede sanzioni amministrative in caso di violazione del suddetto articolo nulla dispone per il
caso in cui il conducente del veicolo, dopo aver pagato per poter sostare per un certo lasso di tempo, lasci poi il veicolo nel parcheggio oltre l'orario stabilito. Secondo il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il conducente risulterebbe solo contrattualmente inadempiente nei confronti del Comune che dovrebbe quindi riscuotere solamente il dovuto per il tempo di sosta non pagato. Gli eventuali rimborsi di spese e penali dovranno essere stabiliti da un apposito regolamento e dovranno ovviamente essere commisurati all’importo dovuto.
Il Comune e i (futuri) gestori delle oltre 1.800 aree di parcheggio a pagamento presenti sul suolo comunale lecchese dovranno fare i conti con questo parere tranciante del Ministero dei Trasporti. (http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=18045)

CERCA NEL BLOG

I nostri post nella tua mailbox