martedì 1 gennaio 2013

ACQUA PUBBLICA: CHI DOVREBBE DECIDERNE LE SORTI NEMMENO SI PRESENTA ALLE RIUNIONI

Ebbene sì chi amministra i nostri Comuni nemmeno si prende la briga di presenziare alle riunioni, il perchè non ci è dato saperlo. Una decina di giorni fa si è tenuta una consulta dei sindaci della Provincia di Lecco che avrebbe dovuto decidere della forma statutaria dell'Azienda incaricata dei Servizi Idirici Integrati e circa una quarantina di "Comuni", 39 per l'esattezza su un totale di novanta non si sono nemmeno fatti vedere!
Con tutta evidenza non hanno alcuna intenzione di rappresentare i propri cittadini, ma tra quelli presenti alla riunione solo 18 hanno pensato di avere un obbligo nei confronti dei cittadini che li avevano insediati esprimendosi a favore di una gestione pubblica dell'Acqua, gli altri 33 invece si sono detti contrari.
E l'esito referendario?
Il Comitato Lecchese per l'Acqua Pubblica chiede a tutti i cittadini di mobilitarsi perché l'esito referendario non venga disatteso.
Leggete e scaricate il Comunicato


CERCA NEL BLOG

I nostri post nella tua mailbox