martedì 19 giugno 2012

VIVERE CON POCO: LA REGOLA AUREA DEL TERZO MILLENNIO

Oggi non c'è più nessuno, beninteso in buona fede, che può pensare alle fonti naturali e alle materie prime come inesauribili inoltre un po' di preoccupazione è palpabile quando ci viene riferito dei grandi cambiamenti climatici, dell'effetto "serra" e dell'emergenza rifiuti, che beninteso non è un problema della sola città di Napoli, ma globale. Basta uscire di casa per andare a far la spesa e nonostante sia consolidata l'abitudine di portarsi le proprie "sportine" ecco che ci si ritrova con la pattumiera piena di carta e plastica. In realta il problema dei sacchetti della spesa, contro i quali è stata fatta una crociata, era e resta un falso problema perchè si è perso un sacchetto ma continuano ad aumentare gli altri involucri plastici e cartacei.
Insomma comprarando un etto di prosciutto ci ritroviamo con una più che discreta quatità di cartaccia: pellicole, vaschette, carta termoplastica, talvolta c'è pure un foglio d'alluminio e gli immancabili scontrini, naturalmente tutto questo, pur essendo già in partenza un rifiuto grava, come tutto il "packaging" sul prezzo del prodotto che acquistiamo ed ha un volume, in alcuni casi, più che triplo rispetto al prodotto. Occorre rivedere le proprie abitudini e cercare di limitare il danno, la parola d'ordine oggi è adattabilità, il che significa la capacità di adattarsi all'ambiente alle condizioni contingenti e cercare di vivere al meglio nel rispetto di sé, degli altri e del pianeta che lasceremo necessariamente in eredità alla nascenti generazioni. La pubblicazione "CON POCO", che vi segnaliamo, non pretende di essere una Bibbia, ma uno spunto di riflessione che consigliamo. Per scaricarla visitando la nostra pagina  PUBBLICAZIONI e cliccando su "GUIDA AL RISPARMIO CONSAPEVOLE", oppure potete scaricarla direttamente da qui

CERCA NEL BLOG

I nostri post nella tua mailbox